Ah, poi in questa settimana via alla cucina eh.

Che belle le novità di voi altri che si leggono qui sopra!

Volevo dire a Lord Whirpool che ci ho riprovato, ed ho capito che no, non riesco a usare il preimpostato Jet Chef per le torte salate (in questo caso uno strudel salato con filante, wurstel, carote, uvetta, zucchine e paprika) altrimenti fiamma tutto. Ma se lo metto su ventilato va da dio.

Secondo me il problema, più della teglia propria del forno in dotazione, è la carta forno. Ehm. Può essere vero?

Pubblicato in Jet chef | Lascia un commento

Lord Whirlpool – Il dono più bello

Cari BAF grazie ancora per l’impegno che dimostrate nella pervicace ricerca della felicità culinaria, e per le vostre personali sensazioni che offrite ai lettori come le migliori birre: non filtrate! Qualche giorno fa il sempre attivo Luca Viscardi, una rappresentanza di Varesenews e Lord Whirlpool, hanno investito e presidiato Villa Polee in quel di Bergamo. Da perfetta padrona di casa e maestra di cucina, Chiara ha presentato ai suoi ospiti un menù impeccabile, interamente realizzato con Jet Chef: sfogliatine Crisp al formaggio, una gratinosissima pasta al forno, un sontuoso arrosto con succulento intingolo segreto, polenta taragna JC, e ben due torte! Varesenews si è presentata munita di insalata di patate ed asparagi, mentre io “uscivo” una magnum di blasonato Merlot ticinese (provare per credere). La vicinanza del Natale ha fatto sì che ogni ospite trovasse davanti al proprio posto un presente. Il dono più bello l’ho ricevuto io. Una fragile, delicata pallina di vetro damascato da appendere all’albero. Si tratta di una delle decorazioni natalizie messe in vendita dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta ai Tumori), a cui Chiara ha fatto una donazione a nome dei “Blogger Al Forno”. Questo dono, ora appeso all’albero di Lord Whirlpool, non poteva meglio sottolineare la sensibilità e l’immenso cuore di una persona speciale e adorabile. Grazie Chiara!

Lord W

Pubblicato in Jet chef | 2 commenti

Spegni il gas e accendi il noir #09

Torno a farmi dolce per sfornare un dolce… Ogni tanto, d’altronde, va così.

Con qualche rimpianto, lo ammetto – ma chi ama scrivere mi può capire senza troppe difficoltà – abbandono la storia a cui sto lavorando e affido i protagonisti a un bar del centro, per una colazione coi fiocchi (non d’avena, sia chiaro) per infilare la testa nel mio bel grembiule da chef del noir e aprire il mio ricettario delle meraviglie. E, ancora una volta, per mettermi alla prova insieme al mio fedele Jet Chef.

I dolcetti di cui sto per raccontarvi, in origine, erano tedeschi. Oggi non più. Qualche esperimento e un’ostinata selezione degli ingredienti più speziati, alla fine, li hanno resi dei biscottini apprezzabili da chiunque. Detto fra noi, tra l’altro, già il nome originale li rendeva abbastanza “indigesti”: rosinenstangerl. Sbaglio, forse?

Eccovi gli ingredienti a raffica: Continua a leggere

Pubblicato in Jet chef | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Fuochi e scintille.

Dunque oggi nevica di brutto a Parma. Ma -novità- ieri prima di sera ho fatto una spesa abbastanza completa. Questo mi ha permesso di fare finalmente la donnina di casa e cucinare la pizza che avevo promesso agli altri tipo due mesi fa.

[sì, lo so, ho una tempistica eccessivamente dilatata. Lo so]

La ricetta per la pasta è semplice, e la trovate un po’ ovunque. Per la farcitura (la guarnitura suppongo sia più adatta in questo caso) ho prima scottato gli champignons con la vaporiera nel forno, poi ci ho messo un pelato sbriciolandolo su tutta la teglia, scamorza affumicata, pancetta e poco tonno.

Poi ho impostato il Jet Chef sul programma per la pizza casalinga.

Ecco, qui è sorto l’unico problema: il forno si è messo a fare scintille a metà cottura. Io l’ho spento. Non so quale fosse il problema: la carta? l’olio? Help!! Come ovviare a questa cosa? Non vorrei far saltare casa!

Pubblicato in Jet chef | 6 commenti

Blogger al forno – La polenta nel Jet Chef!

Non ho ancora chiesto il suo parere, ma sono abbastanza sicura che l’amico Luca Viscardì sarà d’accordo con me: se nasci dalle mie parti, la polenta esiste solo nel paiolo di rame.

Io sono cresciuta con il rumore del motorino del paiolo che girava e girava, e solo ripensare a quel suono ha un che di familiare e rassicurante. Perché evoca l’immagine della mia mamma in cucina intenta a preparare la polenta per accompagnare il mio piatto preferito: il polpettone.

Figuratevi quindi la mia delusione nel rendermi conto che scegliendo un piano a induzione per la nuova cucina non avevo fatto i conti con il conseguente, forzato “addio” al mio amato paiolo. Ero pronta a costringere il povero marito ad ore ed ore di cottura di polenta in pentola (perché allora non cucinavo alcunché). Poi, grazie al cielo, è arrivato il Jet Chef. Continua a leggere

Pubblicato in Jet chef | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Ovvero la continuazione del ragù con altri mezzi

Emilia e ragù sono quasi sinonimi. Essere emiliani significa anche avere nel proprio retroterra quell’immagine di mamme nonne e zie che trampellano in cucina fin dalla mattina presto, e il profumo del lungo sobbollire delle carni.

L’idea di usare il fine tuning del Forno Atomico per stravolgere qualche punto cardinale del ragù è irresistibile: ridurre a zero i grassi aggiunti, e presentare gli ingredienti nella loro forma più integra. Continua a leggere

Pubblicato in Jet chef | Contrassegnato , | Lascia un commento

Esagero: gli sformati stracchino e prosciutto

Tutto cominciò da qui…

gli sformati jet chef - 02

Questa è la spesa da cui ho estratto i prodotti fondamentali per il mio piatto jet chef del giorno: gli sformati allo stracchino e prosciutto cotto!!!!

Primo passo, l’estrazione della spesa dai sacchetti!

gli sformati jet chef - 03

Alcuni di questi ingredienti non c’entrano nulla, scremiamo per bene:

– pangrattato

– latte

– uova

– parmigiano

– stracchino

– prosciutto cotto in cubetti

– sale, burro, pepe

gli sformati jet chef - 07

La ricetta arriva direttamente dal libro sottratto alla polee, con tutti gli spiegoni utili allo scopo!!!

Dopo l’estrazione della spesa dai sacchetti, un momento complesso: preparare la pastella.

gli sformati jet chef - 08

Uova, latte, parmigiano. sale in quantità desiderata, un pizzico di pepe appena tritato.

gli sformati jet chef - 10

Fino a qui non dovrebbere essere complicato. Se ci sono riuscito io, ce la può fare chiunque!! Preparata la pastella, è il momento delle formine, gli stampini, le ciotoline, chiamatele un po’ come volete.

Vanno imburrate, poi va passato il pangrattato sui bordi, in modo che non si appiccichi tutto alle pareti. A questo punto, belle imburrate e pangrattate, vanno riempite, prima con i cubetti di prosciutto e con il taleggio tagliato a dadini, poi con la pastella che non deve però riempirle completamente. (si gonfia un po’…)

gli sformati jet chef - 11

la zucchina è un’intrusa anche un po’ maleducata! concentrate le attenzioni sulle ciotoline, che a questo punto vanno coperte. io ho preso una pellicola da forno, esiste della cuki, 12 metri a 2 euro e 29. Fondamentale: NON USATE LA PELLICOLA NORMALE NEL FORNO A MICROONDE!!!

gli sformati jet chef - 14

Schiaffate le vostre belle formine nel jet chef a 500 w per 8 minuti.

gli sformati jet chef - 12

Il risultato finale sarà quello che vedete. io poco prima di servire, ho schiaffato  nel forno sempre a 500 watt, per un solo minuto, dopo di che ho “scodellato” gli sformati.

gli sformati jet chef - 15

Sì, da vedere non sono bellissimi, però assicuro che so’ buoni forte!!

gli sformati jet chef - 16Credo che l’unica esigenza fosse cuocerlo un minutino in più e usare più pangrattato sui bordi, per il resto, promosso a pieni voti.

Pubblicato in Jet chef | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

The chicken in the kitchen (non so, volevo scriverlo da anni)

Stavolta mi sono adoprata per fare delle foto decenti (potrei parlarvi di come arrivo stremata quando dovrei mangiare, con lo stomaco che urla fame e cerca qualsiasi cosa edibile e non mi permette di pensare a una ciospa)IMG_4363

Avevo detto che questa settimana mi sarei applicata in cose culinarie con una dignità e una appetitosità tale da avvicinarmi agli altri BAF anziché fare la umile cucinatrice in mezzo a fini gourmet ecco, ehm… scherzavo!

Al solito con le poche cose in casa, tra cui patate a chili, e con un pollo preso in offerta al supermercato vado a comporre qualcosa alla meno-peggio.

Continua a leggere

Pubblicato in Jet chef | Lascia un commento

Come si pareggiano cinque giorni a Bologna?

La cosa tremenda di stare a fare da presentatrice/intervistatrice 5 giorni a Bologna in una libreria dove c’è EatItaly dentro prevede che tu prenda peso STRANAMENTE.

Quindi purtroppo questa è la settimana in cui leggo le leccornie dei colleghi e mi cruccio un casino. Io sto usando la vaporiera a manetta per fare roba al vapore e cercare non so, di pareggiare un po’ le cose, di fare una alimentazione salutistica che poi la settimana prossima non durerà.

Vi posso dire però come ho cucinato i filetti di pesce con il salvatore delle nostre vite a.k.a. Jet chef.

Prima di tutto scongelate il vostro filetto di merluzzo con il sesto senso. Poi fate da una parte un’insalata, nel frattempo, con pachino, funghi champignon crudi e rucola. Poco sale, aceto balsamico a volontà, un filo d’olio.

Nel frattempo preparate un misto di spezie. Aglio a pezzettini, sale, timo, paprika dolce sono le cose che di solito uso io per fare una sorta di panatura del filetto di pesce.

Continua a leggere

Pubblicato in Jet chef | Lascia un commento

Blogger al forno – Episodio sette: Come ti sconfiggo il burro

Sarà che è appena passato Halloween ed io ero tutta una zombie, anzi: una zombee (vi metto anche la foto così vi spaventate ben benino) pronta per The Walking Dead.

Sarà che nella cena che ho preparato ai miei amici per Halloween ho prontamente infilato una torta di carote e noci (una delizia, nel prossimo post vi giro la ricetta), perché ci voleva dell’arancione. Sarà che la zucca è arancione (ma quante ne so? Eh?) e sarà che io mi ero casualmente imbattuta in un programma su SkyUno (“Dimagrire con gusto”, se non vado errata: ho visto solo quel pezzetto di episodio)… Fatto sta che ho raccolto la sfida: sostituire il burro con la zucca (foto n.2). Almeno nelle torte.

Continua a leggere

Pubblicato in Jet chef | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento