TINA MODOTTI: grande fotografa friulana.

tina-modotti-calle.jpg8 Marzo 2010, nella giornata mondiale della DONNA ho pensato di dedicare 5 testimonianze intorno alla vita e opere della mia compaesana Tina Modotti: una CANZONE, una FOTOGRAFIA, una RIFLESSIONE, una POESIA e un DIPINTO.

– La bella e commovente CANZONE “Tina”, in friulano, di Gianmario Sommarti:
http://www.youtube.com/profile?user=sommarti#p/u/19/etc5vgryFAw

– Una FOTOGRAFIA, doppio ritratto: la moglie del sottoscritto e Tina Modotti:

Valeska e Tina

Valeska e Tina

– Una attualissima RIFLESSIONE sull’Arte della stessa Tina Modotti:
« Ogni volta che si usano le parole “arte” o “artista” in relazione ai miei lavori fotografici, avverto una sensazione sgradevole dovuta senza dubbio al cattivo impiego che si fa di tali termini. Mi considero una fotografa, e niente altro »…. «Se le mie fotografie si differenziano da quello che generalmente viene prodotto in questo campo è proprio perché io cerco di produrre non arte, ma fotografie oneste, senza trucco né manipolazioni, mentre la maggior dei fotografi cercano ancora “effetti artistici” o l’ imitazione di altri mezzi di espressione e ne risulta un prodotto ibrido che non riesce a dare all’ opera prodotta il carattere più importante che dovrebbe avere: la qualità fotografica»
(Tina Modotti in Sulla fotografia)

– Una POESIA, che è l’epitaffio a Tina,  di Pablo Neruda:

« Tina Modotti hermana, no duermes no, no duermes talvez tu corazon oye crecer la rosa de ayer la ultima rosa de ayer la nueva rosa descansa dulcemente hermana. Puro es tu dulce nombre pure es tu fragil vida de abeja sombra fuego nieve silencio espuma de acero linea polen se construyo tu ferrea tu delgada estructura »

(TRADUZIONE: Tina Modotti, sorella non dormi, no, non dormi: forse il tuo cuore sente crescere la rosa di ieri, l’ultima rosa di ieri, la nuova rosa. Riposa dolcemente sorella. Sul gioiello del tuo corpo addormentato ancora protende la penna e l’anima insanguinata come se tu potessi, sorella, risollevarti e sorridere sopra il fango.)

– Un DIP INTO del sottoscritto:

Michilini, 2007, TINA MODOTTI NOSTALGIA, polittico olio su tela. cm.192,5x115

Michilini, 2007, TINA MODOTTI NOSTALGIA, polittico olio su tela. cm.192,5x115

Un pensiero su “TINA MODOTTI: grande fotografa friulana.

  1. Considero Tina soggetto importante tra i grandi orizzonti intellettuali umani, la italica mite vicinanza al grande ed al vero, fanno della Modotti un pilastro portante della cultura universale, con la tesserina, purtroppo, la nostra, ben lacunosa…Pino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *