Nuovo impianto e “open garden”: viaggio tra le novità del mondo Baladin

Baladin ci riprova: ancora una volta quello che é il più famoso birrificio artigianale italiano cerca di tracciare una nuova via, un nuovo modo per essere originale, per espandersi, per chiamare su di sé l’attenzione (non sempre è non necessariamente favorevole) del mondo che ruota attorno a malti e luppoli. E per ingrandire se stesso e il proprio business.

Baladin_2016_5

Teo Musso davanti alla Cascina Coda, spiega le novità di casa Baladin

Il birrificio di Piozzo (Cuneo) prova a crescere ancora di più, sia a livello produttivo sia a livello “filosofico” grazie all’inaugurazione di una nuova sede a trent’anni dall’apertura del primo pub da parte di Teo Musso, e a venti dalla fondazione dell’allora microbirrificio, uno dei primissimi in Italia e senza dubbio uno di quelli che più hanno contribuito all’esplosione del movimento nazionale. Ma vediamo nel dettaglio ciò che è stato svelato a Piozzo nella serata di mercoledì 13 luglio, data scelta per la prima “apertura delle porte” della nuova realtà baladinistaContinua a leggere

Ago-Kuaska-Teo: tris d’assi a Milano

(franz) Malto Gradimento non riesce ad arrivare ovunque – ci mancherebbe – ma ogni tanto ha le sue “talpe” nei luoghi dove vanno in scena manifestazioni e appuntamenti legati al mondo della birra. E’ il caso, per esempio, della serata che si è tenuto al Baladin Milano martedì 16 febbraio con ospiti i nomi più importanti – sfido chiunque a dire il contrario – della ventennale storia della birra artigianale italiana. Per raccontarvi quello di cui si è parlato ci affidiamo a Eugenio Peralta, “Navigatore Capo” del sito “L’uomo è una locusta” oltre che amico, collega e fiancheggiatore del nostro blog. Buona lettura.TeoAgo

Una serata come tante quella di martedì 16 febbraio al Baladin Milano: a parlare davanti a una folta platea di appassionati c’erano “solo” Lorenzo Dabove in arte Kuaska, Teo Musso e Agostino Arioli (nella foto), in pratica i tre personaggi che hanno fatto la storia della birra artigianale italiana. Continua a leggere

A Capodanno un brindisi con le “birre-spumante”

Cosa c’è di più tradizionale di un tappo che salta con un bel botto allo scoccare della mezzanotte di San Silvestro? Anche quest’anno saranno milioni le “bocce” di spumante e champagne che saranno stappate per l’augurio di un grande 2016, ma è possibile che – forse per la prima volta in Italia – una piccola parte di queste venga sostituita da bottiglie di birra.

BaladinMC

E non parliamo, per una volta, di birre (o di birre artigianali) in senso generico ma di prodotti particolari come quelli realizzati con una lavorazione che ha aspetti simili a quelli di spumanti e champagne e che chiameremo per semplicità “spumantizzate”. Continua a leggere

Homebrewing, un “Druido” tricolore

scudettoIl concorso “Birre Natalizie” organizzato nello scorso fine settimana al “The Dome” di Nembro, uno dei locali di riferimento per il circuito della birra artigianale italiana, ha concluso l’edizione 2015 del Campionato Italiano di homebrewing organizzato da MoBI.

Un torneo articolato su nove tappe, con un regolamento che prevede di stilare la classifica finale con i migliori sette punteggi ottenuti da ciascun partecipante. Ogni singolo concorso ha poi un regolamento a se stante, in particolare sullo stile di birra ammesso di volta in volta alla gara. Continua a leggere

“Classico” e “Pop”: la doppia svolta di Baladin vista da vicino

Da un lato il mondo pop, dall’altro quello classico. Si potrebbe cominciare da questa doppia visuale a raccontare l’evento birraio e mediatico organizzata da Baladin ieri – lunedì 23 novembre – e aperto a un numero relativamente limitato di esperti, giornalisti e blogger di settore, tra i quali il sottoscritto – Damiano Franzetti – per Malto Gradimento.

IMG_3102

Classico e pop dicevamo, e forse non è un caso che sia stato proprio uno come Teo Musso – che piaccia o no, è un vero e proprio esploratore a 360° per quello che riguarda la birra – a prendere contemporaneamente due strade che a prima vista sembrano portare in direzioni diametralmente opposte. Continua a leggere

Un reperto storico: il flyer di Unionbirra

IMG_7902Si era infilato in un portatovaglioli nascosto, e usato per tenere vicina una mazzetta di vecchi sottobicchieri, scena comune per chi ha da tempo la passione della birra e – probabilmente – non cura come dovrebbe i propri oggetti.

È saltato fuori oggi, mentre ero alla ricerca di un certo bicchiere, e merita di essere condiviso con i lettori di questo blog e in particolare di quelli che da tanti anni vagano alla ricerca di birrifici artigianali. Continua a leggere

Alleanza tra birra e cioccolato: nate le “Kikke” Baladin

foto 1 (1)Il matrimonio tra cioccolato e birra non è certamente una novità: sono tanti gli esempi di abbinamenti che si contano tra questi due mondi così gustosi e appassionanti. E lo stesso Teo Musso – uno dei grandi protagonisti di questo articolo – aveva già esplorato questo connubio collaborando già a fine anni ’90 (quando la sua Baladin era giovanissima) con artigiani piemontesi come Amedei, Gobino e Rizzati e in tempi più recenti con un marchio importante come Venchi.
Nessuno però, fino a questo momento, aveva inventato una “collana” di cioccolatini con gusti e profili sensoriali pensati appositamente per affiancare una serie di birre. E qui tornano in gioco Baladin e Teo Musso, visto che la parte brassicola di questa novità è proprio la sua. Continua a leggere

Ecco la “nazionale” per il Great British Beer Festival

Gbbf_LogoOggi parliamo di convocazioni. Non calcistiche – le ultime, quelle dell’ormai ex c.t. della Nazionale di calcio Cesare Prandelli si sono rivelate cariche di delusioni – bensì brassicole, perché il CAMRA (Campaign for Real Ale – l’associazione che tutela e diffonde le birre i pub tradizionali del Regno Unito) ha diramato l’elenco delle birre e dei produttori che rappresenteranno l’Italia al prossimo GBBF, il Great British Beer Festival. La manifestazione, una delle più attese d’Europa, si terrà all’Olympia di Londra tra il 12 e il 16 agosto prossimi, e darà la possibilità di conoscere centinaia di birre, principalmente britanniche. Continua a leggere

Baladin, un altra novità a Milano

TeoMussoDel marchio Baladin e del suo “dominus” Teo Musso (foto a lato) abbiamo parlato spesso nei mesi recenti, sia per la sua apertura milanese (dove sta avendo un buon successo anche l’iniziativa “In salotto con il birraio“), sia per il nuovo Open di Torino che abbiamo ri-visitato un mese dopo l’apertura confermando le impressioni decisamente positive che ci aveva suscitato la serata di inaugurazione.

Continua a leggere

Poker di medaglie italiane alla World Beer Cup

WorldBeerCupNell’infinità di birre premiate nei giorni scorsi a Denver (Colorado) in occasione della World Beer Cup, c’è spazio anche per una valida rappresentanza battente bandiera tricolore.
Ci sono infatti quattro birre italiane tra quelle che hanno guadagnato una medaglia durante l’enorme rassegna statunitense (quasi 100 le categorie in cui è stato suddiviso il concorso… se non altro è l’ennesima conferma alla versatilità della birra!), per altro dominata a livello di premi dalle produzioni a stelle e strisce, come prevedibile. Continua a leggere