Schigi (EO) e Simonelli (Vetra) in nomination per “Birraio dell’Anno”

Il network “Fermento Birra” ha diramato quest’oggi – lunedì 4 dicembre – le nomination per il premio “Birraio dell’Anno”, tradizionale appuntamento di gennaio per quanto riguarda il panorama della birra artigianale italiana. La premiazione è prevista al teatro ObiHall di Firenze al culmine di un evento lungo tre giorni, tra il 19 e il 21 gennaio e come tradizione a proclamare i vincitori sarà la voce di Kuaska.

Dall’edizione 2015 il premio è suddiviso in due parti: accanto al riconoscimento assoluto è stato infatti previsto quello per la categoria “Emergenti” dedicata a quei birrai che conducono un’attività da meno di due anni.  Continua a leggere

Cena e brindisi: “Tasso Alcolico” è ufficialmente decollato

Malto Gradimento è stato tra i primi a parlare al pubblico del progetto “Le birre del Tasso Alcolico”, una novità con radici a Legnano – grazie allo staff dell’enopub “Il Barbaresco” – nobilitata da una serie di firme importanti a partire da quella di Lorenzo “Kuaska” Dabove, che ha messo la firma a tutta la vicenda.

Tasso_Spine

“Tasso Alcolico” – per entrare nei dettagli vi rimandiamo a QUESTO ARTICOLO – ha ora preso il via in modo ufficiale e lo ha fatto con una cena a inviti che si è tenuta proprio nel locale legnanese nei giorni scorsi.  Continua a leggere

Nasce la “session IPA” firmata da Extraomnes e Vento Forte

Da una parte c’è uno dei più fedeli interpreti (italiani) della grande tradizione di birre belghe, dall’altra un birraio (sempre italiano) che ama sperimentare con luppoli, principalmente di provenienza americana. Ma al posto di dibattere su quale sia la strada migliore per creare le birre, si sono alleati per una collaborazione che promette di essere molto interessante.EOVF

I due protagonisti sono i birrai di Extraomnes e Vento Forte, ovvero Schigi D’Amelio e Andrea Dell’Olmo, che utilizzeranno da oggi – giovedì 19 maggio – l’impianto di Marnate per realizzare una birra a quattro mani. Continua a leggere

La top 20 di Birraio dell’Anno: in lizza c’è Schigi

Logo_Birraio_dell_AnnoChi sarà il “Birraio dell’anno 2015”? La domanda inizia a farsi pressante perché all’orizzonte c’è uno dei premi più importanti nel settore della birra artigianale italiana. L’elezione organizzata dal network specializzato “Fermento Birra” vivrà il proprio momento clou sabato 16 gennaio a Firenze, quando avverrà la proclamazione del vincitore al teatro Obihall.
In vista dell’appuntamento del mese prossimo nel frattempo, l’organizzazione ha diffuso due liste che racchiudono tutti i nomi dei papabili al titolo. Nella prima ci sono i 20 nomi tra i quali sarà scelto il nuovo birraio dell’anno, nella seconda invece – ed è la prima volta – ci sono i cinque candidati a una nuova sezione del premio, quella per il miglior birraio emergente.  Continua a leggere

La nuova Bière de Garde di Extraomnes raccontata da Schigi D’Amelio

Secondo “rilascio” in pochi giorni per Extraomnes: l’azienda di Marnate ha da poco messo sul mercato per la seconda volta la particolare Chien Andalou, strettamente legata al forum specializzato “Il barbiere della birra”, ma ha anche lanciato una novità assoluta nella già vasta gamma firmata da Schigi D’Amelio e dai suoi collaboratori. BiereDeGarde Continua a leggere

Il ritorno della Chien Andalou

Chien_WinnerAll’inizio di questo 2015, il birrificio marnatese Extraomnes è stato coinvolto nella creazione di una birra particolare, frutto della collaborazione tra alcuni utenti del forum specializzato “Il barbiere della birra”, capitanati ovviamente da Schigi D’Amelio, il birraio “titolare” dell’azienda varesotta.

La “Chien Andalou”, che ha preso il nome da una antica pellicola di Luis Buñuel – quella in cui un occhio viene tagliato a metà da una lametta da barba, tanto per intenderci – nacque così a gennaio e venne presentata ufficialmente a marzo a Roma, dopo un concorso indetto dal “Barbiere” per stabilire quale fosse l’etichetta adatta ad accompagnare sul mercato un prodotto così particolare (nell’immagine vedete quella prescelta). Continua a leggere

Il provocante tris estivo di casa Extraomnes

Schigi2Irriverente e originale, come al solito, anche nell’estate 2015. Schigi D’Amelio in queste settimane è tornato a regalare agli appassionati bevitori di Extraomnes alcune novità assolute e in ognuna di esse ha messo la propria firma, ben riconoscibile, sia nel nome sia all’interno della bottiglietta.
Sono tre le nuove birre di Extraomnes di cui vi parliamo quest’oggi: la prima è già andata esaurita, la seconda promette molto bene, la terza invece è ancora nei fermentatori – probabilmente Malto Gradimento è la prima testata a parlarne – e sarà a disposizione dalla metà dell’estate in avanti. Continua a leggere

Kuaska, Teo e Schigi: il “Barbaresco” punta altissimo

BarbarescoI dettagli non sono ancora stati diffusi, ma una cosa è certa: nel mese di aprile al “Barbaresco” di Legnano sarà possibile incontrare tre personaggi con pochi eguali nel mondo della birra artigianale italiana.
I nomi, o meglio i soprannomi, agli appassionati, dicono già tutto: Kuaska, Schigi, Teo. Continua a leggere

La firma di Eleonora sulla “Chien Andalou”

Chien_WinnerNei giorni scorsi vi avevamo parlato del progetto “Un Chien Andalou”, una nuova specialità brassata a Marnate nell’impianto di Extraomnes e frutto della collaborazione tra alcuni degli animatori del forum specializzato “Il Barbiere della Birra”. Gli ideatori, tra cui ovviamente anche Schigi D’Amelio, birraio di Extraomnes, hanno organizzato un concorso on line per scegliere l’etichetta di questa nuova birra che sarà presentata ufficialmente a Roma (al “Ma che siete venuti a fà” di Trastevere) il prossimo 7 marzo. Continua a leggere

Un “cane andaluso” in cerca di etichetta

Chien01Parlare di “etichetta” per un spazio web come il forum “Il barbiere della birra” sembra quasi un controsenso, visto che nelle discussioni (animate anche da diversi nomi noti del mondo della birra artigianale italiana) non mancano stroncature, critiche e botta e risposta piuttosto accesi. E invece è proprio a causa di una etichetta che del forum in questione si sta parlando in queste settimane anche al di fuori dei circuiti brassicoli.
La storia è semplice: alcuni dei partecipanti alle discussioni hanno deciso di creare una birra collaborativa, grazie anche all’intervento di Schigi D’Amelio (che sul web è un noto polemista) e di Extraomnes, tanto che la preparazione è avvenuta proprio nella sala cottura del birrificio di Marnate. Continua a leggere