Un po’ di consigli per celebrare San Patrizio nel Varesotto

San Patrizio, patrono d’Irlanda, è una di quelle ricorrenze legate a filo doppio con la birra e in particolare con le stout, le “scure” che tradizionalmente allietano le bevute nei pub (e nelle case) dell’ “Isola di Smeraldo”.

IrishStout

Una festa che ogni anno richiama in Irlanda turisti e appassionati da varie parti del mondo, Italia compresa, e che viene celebrata anche in molti locali di casa nostra con serate ad hoc. Ecco quindi una breve panoramica per trascorrere il 17 marzo in compagnia di amici, musica e buona birra.  Continua a leggere

Star Wars ha la sua birra (artigianale e italiana)

Logo_Malt_MostosoNelle ore in cui tutto il mondo degli appassionati della saga di Guerre Stellari – che con il passare degli anni ha definitivamente perso il nome italiano a favore dell’originale Star Wars – sta trepidando per assistere al nuovo film della seria, “Il risveglio della forza”, si assiste anche al boom di oggetti, eventi e trovate ispirate alle pellicole da George Lucas ed “eredi”.

In questa ridda di proposte poteva quindi mancare una birra artigianale italiana? No, non poteva, e infatti ve la presentiamo: si chiama “Stout Wars” ed è la quarta etichetta prodotta dalla firm beer “Il Malt Mostoso” fondata da Thomas Colombo e Marco Spampinato con sede a Ossona, nell’Altomilanese.  Continua a leggere

Dalla cantina al boccAle: Wells and Young’s – Double Chocolate

Banner_boccALE copiaLa rinascita delle birre inglesi, passa in questi anni attraverso la rivisitazione della tradizione ultracentenaria di queste terre legate indissolubilmente a luppoli e malti. La Double Chocolate brassata a Bedford da Wells and Young’s è una stout inglese, da non confondere con la versione “dry irish” più comunemente nota grazie al signor Guinness. Continua a leggere

Omaggio alla Ticinera

Ticinera_Bicchiere

Questo post non entrerà nella serie “Oggimitrattobene” destinato alle mie (discutibili) recensioni su alcune birre che bevo.
E nemmeno entrerà in un’ipotetica serie di ricette, visto che in cucina sono tutt’altro che ferrato e che preferisco affrontare un piatto con in mano le posate e non con gli arnesi da cucina.
No, questo post è un semplice e cordiale omaggio alla Ticinera.

Continua a leggere

Nonna Papera ci cucina… i “brownies” alla Guinness

BrowniesGuinnessCosa bolle in padella? Ancora una volta la Guinness: è infatti la stout più famosa del mondo la protagonista della ricetta del mese offertaci dalla nostra Alessia e dal suo blog “Dolcezze di Nonna Papera”, questa volta in anteprima assoluta. Pronti quindi a preparare degli ottimi brownies, dolcetti perfetti per la colazione (ma anche come dessert) e, in questa versione, senza zucchero. Nononstante ciò Alessia assicura che il gusto amaro non è così sferzante e che il compromesso tra i vari ingredienti è ben calibrato. Continua a leggere

Nonna Papera ci cucina… la rüsümada alla birra

rusumadaPer chi ha radici varesotte, o in generale insubri, la rüsümada è una pietanza – chiamarla bevanda è forse un po’ riduttivo – che riporta alla mente le tavole dei nonni. Quando, pur con ingredienti limitati, si potevano inventare ricette gustose ed energetiche, particolarmente adatte ai lavori di fatica (che fossero nei campi o sui cantieri). Poi la rüsümada (a casa mia si fa con latte e uova e si gusta fresca d’estate) è andata nel dimenticatoio, anche se qualcuno resiste, se la fa preparare ancora e magari proverà a gustarla con questa variante che ci propone la nostra Alessia. Variante ovviamente alla birra, ma anche di stampo natalizio, perché la “ricetta di Nonna Papera” prevede pure l’abbinamento con una bella – e buona – fetta di panettone, dolce stagionale e lombardo per eccellenza. Continua a leggere

Nonna Papera ci cucina… la Guinness chocolate cake

guinnesscakeLa scura, meglio la stout, più famosa del mondo è protagonista di innumerevoli ricette di cucina che ne prendono il nome. Si va dallo stufato al salmone, dalle cozze ai cioccolatini alla Guinness, tanto che la stessa casa brassicola irlandese dedica uno spazio del proprio sito a cuochi, più o meno provetti, che si vogliono cimentare con questa conosciutissima birra. Continua a leggere

Oggimitrattobene: la Belhaven McCallum’s

Non posso nascondere che la mia preparazione, già non eccezionale in generale, sia piuttosto carente sul vasto mondo della birra britannica. Questione di occasioni e di opportunità di assaggio, anche se prometto di impegnarmi da qui in avanti per colmare almeno un po’ questa lacuna. A tal proposito ho scelto da uno scaffale ben fornito di una catena di supermercato una bottiglia elegante nella forma e nell’etichetta: quella di una stout scozzese, la McCallum’s della Belhaven Brewery. Un birrificio che ha un’origine davvero lontana nel tempo, visto che è stato fondato nel 1719 e che è rimasto fino a pochi anni fa il più antico produttore indipendente di Scozia. Ora però Belhaven è diventato parte del gruppo Greene King, uno dei maggiori di proprietà britannica.

Continua a leggere

Tornavento: cotta pubblica per San Patrizio

Il weekend di San Patrizio, la festa nazionale irlandese, è da sempre molto attesa dagli amanti della birra che giustamente associano alla ricorrenza la celebrazione della Guinness, birra tra le più famose del mondo (di certo è la più nota tra le stout) che è un altro dei simboli riconosciuti dell’isola verde.
Anche in Italia sono molti gli eventi preparati per San Patrizio e che hanno come sfondo la birra: una panoramica “tricolore” è per esempio disponibile sul sempre puntuale blog “Cronache di Birra” (clicca qui). Continua a leggere