filmsenzalimiti.it chiuso

filmsenzalimiti.it era un sito internet che permetteva di guardarsi “liberamente” in streaming moltissimi titoli cinematografici, spesso ancora nelle sale, senza spendere un’euro.

filmsenzalimiti-screenIl sito internet era già stato sottoposto a controlli dalle fiamme gialle a Febbraio 2013, periodo in cui accedendo si poteva vedere la solita immagine di sito sottosequestro.
Il meccanismo per cui, pochissimo tempo dopo sono potuti tornare online, è molto semplice: i proprietari non hanno mai pubblicato alcun video coperto da copyright e non hanno mai dato la possibilità di scaricarne. filmsenzalimiti.it è identificato come aggregatore di link, una sorta di libreria di siti esterni al proprio e quindi non direttamente responsabili da quello che viene fatto all’estero.

filmsenzalimiti-GDF

Tutto molto bello, fino a pochi giorni fa quando il sito viene rimesso nuovamente sotto sequestro, quando la Guardia di Finanza di Arezzo sulla decisione del tibunale di Viterbo decide di tornare alla carica identificando i proprietari come “pirati” violando quindi l’art. 171 della legge 633/1941 sulla protezione del diritto d’autore.

I proprietari di filmsenzalimiti.it si sentivano al sicuro grazie a questi cavilli legislativi, ma qualcosa è andato storto: ed era anche ora.

Dire di non piratare materiale perchè fisicamente il prodotto è hostato su un server straniero, è come offrire ad un’amico una cena sopra al reattore nucleare di Chernobyl.

La legge italiana in tal senso ha effettivamente qualche buco ma dovrebbe stare nel buon senso delle persone capire che sfruttare siti internet di questo tipo è illegale e immorale. Il problema è che fino a quando non si ha nelle mani un proprio prodotto messo in circolazione gratuitamente dopo averci passato per crearlo nottate insonni, dopo averci impregnato la propria passione, il tempo e il denaro… sarà dura capire che questo genere di siti sono solo un danno.

Se volete possiamo stare qui a raccontarcela che i film negli ultimi anni sono calati di qualità, che il prezzo del biglietto al cinema è alto, che il costo di un dvd non ha senso, etc…
ma darsi queste giustificazioni per guardarsi un film in streaming, mi sembra proprio una bella cazzata.

Luca “Loco” Locorotondo

Questa voce è stata pubblicata in My Fifty Cent e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a filmsenzalimiti.it chiuso

  1. argo scrive:

    La vera cazzata è questo articolo.
    Minimale, non approfondito, di una banalità disarmante e ridicolo nella sua essenza.
    Mi sono imbattuto casualmente in questo blog …che tristezza.

  2. Loco scrive:

    ciao Argo e ben venuto su vgfactor. Questo non è un’articolo così come questa non è una testata giornalistica, cè una bella differenza.
    Si tratta di un’editoriale con il mio personale commento: immagino che tu abbia un pensiero migliore del mio, esponilo pure.

  3. argo scrive:

    Ti chiedo solo una cosa : Cosa vuol dire “illegale” ?
    Pensaci bene e poi dammi una risposta se vuoi.

    Ciao

  4. Loco scrive:

    illegale è un comportamento o atto che non rispetta la legge, esattamente come ho scritto nell’editoriale: la legge italiana ha un buco in tal senso perchè non lo ostacola (non è che lo permette), ma ciò non toglie che sia immorale.
    Nella coscienza di chi guarda un film in streaming gratuitamente, magari registrato con la cam nei cinema (questo si che è illegale), dovrebbe instaurarsi un piccolo pensiero.
    filmsenzalimiti.it faceva esattamente la stessa cosa di chi va davanti alle scuole a “proporre” la droga ai bambini, ma tanto poi la vende un’altra persona: la legge magari non lo vieta, ma è fottutamente immorale.

  5. io scrive:

    “un’euro”
    “sottosequestro”
    “cè”
    “un’editoriale”

    Loco, premesso che sono totalmente d’accordo con te riguardo il contenuto del post, dovresti studiare un po’ di grammatica italiana.
    Lo dico perchè un po’ di feedback (anche se negativo) non fa mai male.

  6. argo scrive:

    Immorale è che Berlusconi con 4 anni di condanna sia ancora in parlamento.
    Immorale è che ancora si muoia di fame nel mondo.
    Immorale è un assassino che esce dopo appena 3-4 anni di galera.
    Se vuoi posso continuare per ore…

    Trovo fottutamente immorale che si paragoni un sito di LINK a chi vende droga davanti alle scuole.
    Trovo il diritto d’autore una VERGOGNA per come è impostato attualmente, gente che CAMPA a sbafo per tutta la vita.
    Trovo vergognosa la SIAE che vorrebbe essere pagata per cantare anche sotto la doccia.

    La legalità è un’ipotesi caro mio, quello che adesso è illegale può diventare legale e viceversa…..su quali criteri si basa la legalità?

    A proposito…stai attento alle immagini che usi nel tuo sito…il 99% di quelle che trovi in rete sono coperte dal diritto d’autore.
    Allora chiudiamo Google che ne dici?
    Vogliamo chiudere anche Youtube? E’ strapieno di FILM, MUSICA, CD completi…etc..etc…

    Rivedi le tue certezze amico mio…anzi, digita “film in streaming” su Google…guarda quanti siti trovi identici a Filmsenzalimiti…sono li da anni, uno su tutti Cineblog01.

    E’ il bello della rete, altrimenti sarebbe di una noia mortale non credi?

    Ciao ciao :-)

  7. Loco scrive:

    ringrazio nuovamente IO per il feedback sugli errori del testo. shit happens

  8. Loco scrive:

    con tutte queste ingiustizie che capitano nel mondo ogni secondo, mi chiedo che cosa ci faccia tu seduto sulla tua comoda sedia nella tua cameretta di casa.
    Vai e aiuta la gente, non perdere tempo!
    Nel tragitto, se ti va, uccidi qualche passante a picconate se ipotizzi sia legale farlo, caro mio.

    Se vuoi parlare di ingiustizie approda su forzasilvio.it, questo è un blog tecnologico e non abbraccia quella tassonomia.

    Non ti piace l’esempio della droga, bene:
    filmsenzalimiti.it è la stessa cosa di un sito che propone la lista di indirizzi dove acquistare armi
    filmsenzalimiti.it è la stessa cosa di una persona che ti consiglia dove acquistare libri fotocopiati
    filmsenzalimiti.it è la stessa cosa di chi nelle fiere ti vende il kit per sfruttare il cardsharing

    Google non è la Cia, il Bureau o la Postale: è un’azienda che vive sull’indicizzazione dei contenuti che tutti i giorni persone come me e te, scrivono.
    Il problema alla base non è google che indicizza questi contenuti, bensì chi ha prodotto quel contenuto e chi lo cerca.

    Youtube apporta molti controlli, già durante l’upload: lo fa incrociando il database delle aziende che hanno bussato alla porta e hanno detto “questo materiale è mio e non voglio che ci sia sul tuo sito”.
    La persona che carica, poi, ha a disposizione molti metodi per aggirare i controlli imposti ma, se li applica, significa che sà di non poter caricare il contenuto: non trovi Argo?

    La rete è qualcosa di stupendo, permette a due persone che non si conoscono di commentarsi a vicenda sui più disparati argomenti.

  9. IO scrive:

    Piantiamola di insultare la lingua italiana, se si vogliono esprimere le opinioni con un minimo di autorevolezza.
    L’apostrofo insegnano ad usarlo alle elementari! “Un’euro”, “un’editoriale”, “un’amico”, “un’articolo”. “Sa” si scrive senza accento. E poi si scrive che questo sarebbe un editoriale e non un articolo. Evidentemente non si conosce neanche il significato di “editoriale”…

  10. admin scrive:

    ringrazio nuovamente IO per i preziosi consigli grammaticali: tu dove scrivi?

  11. matteo scrive:

    Ciao a tutti,
    Caro loco io mi associo ad argo,e mi permetto solo di aggiungere alcune cose…
    sono un ragazzo di 29 anni senza uno straccii di lavoro i miei sono divorziati da piú di 10 anni mia kamma e in cassaintegrazione da 4 anni e prende soli 700€ al mese…siamo cinque fratelli a carico di mia madre e non posso permettermi il lusso di andare al cinema o di comprarmi un DVD…secondo il tuo ragionamento razzista …i poveracci si devono aattaccare al ….. rimanere in disparte come cani abbandonati sentendo altri che magari si raccontano il film appena veduto al cinema…rosicando dentro di non avere avuto la fortuna di esere nati in una famiglua come la tua che se l puó permettere di andare al cinema….se mai sta alla gente come te ad avere la coscienza di pagare un biglietto per il cinema o un DVD….mi viene in mente un esempio: tutti sappiamo che col semaforo rosso non si puó passare giusto?all’ora ti domando..ma se un tuo parente e in fin di vita che sta perdendo un sacco di sangue e lo stai accompagnando in ospedale trovi rosso cosa fai..?secondo il tuo ragionamento aspetti il verde e lo fai morire…ma io ti dico..se mai essendo un caso particolare per non dire urgente passi con il rosso tenendo un fazzoletto bianci al finestrino della auto e passi e la gente stessa si sposta per farti passare intuendo il dramma….ora dirai che il paragone non vale la candela..ma ti dimostro che invece lo vale eccome….molti che guardavano il sito sono ragazzini che non hanno la possibilità di andare a vederselo il film…quandi vanno a scuola i loro compagni si raccontano il film appena visto ridendosela e scherzandoci sopra … il ragazzo che non ne ha la possibilità psicoligicamente viene ferito perché si sentirà a disagio crescendo mentalmente sentendosi inferiore agli altrio cmq incomincerà ad avere invidia del prossimo e pur di avere le stesse cose degli altri incomincerà a commettere atti illegali come rubare ed altro…quello che voglio dire e che sono le persone come te che fanno diventare delinquenti altri ragazzi…invece di fare quello che tlrispetta tutte le leggi parlando di legalità e quanto altro..aanche se devo dire che non ti credo quindi sei pure bugiardo…chissa quante volte tu hai infranto la legge e non mi dire che non e vero saresti un perfetto bugiardo..e voglio ricordarti che anche il piú perfetto di questo mondo la infrrange almeno no 7 volte al kse per non dire di piú..o.dovresti fare in modo insieme alle persone come te…di fare si che le persone diagiate abbiano la possibilità di non trasghedire la legge dandogli le armi per affrontare i problemi della vita incominciando voi ricconi a pagare tutte le tasse che evadete il fisco mandando in crisi la economia per girare col ferrari quelle sono le cose che rovinano e non io che mi guardo un film su quesro sito perche non posso permettermelopultroppo ci sono molti come te che si possono permettere si pagare per guardare il film e non lo fanno quuindi dovrebbero lasciare il sito per quelli come noi…e lasciare che i veri deliquenti abbiano la coscienza di andare a pagare e non di guardarlo gratis…io penso che chi produce film e in accordo col mio pensiero e lui stesso mi direbbe di guardarlo senza pagare sapendo che non posso permettermi diversamente,il vero delinquente e quello che ha i soldi per pagare e non lo fa!!!e secondo me te sei uno di quelli…ha ha ha chissa quante volte non ti sei fatto dare lo scontrino…chissa quante volte hai bevutoj alcolici e ti sei meso al volante…chissa quante volte hai attraversato la strada non sulle strisce pedonali solo per non fare 40 metri in piú..chissa quante volte non hai rispettato il limite di 50km/h … potrei fare una lista lunga km e tu mi vieni a fare la morale…senti prima di fare certi discorsi fatti un esame di coscienza e domandati se e il caso di dire certe scemenza…ha ha ha parlando di produttori che hanno lavorato giorno e notte per fare il film…priprio loro sai quante leggi hanno evaso…lo sanno tutti che magari gente come noi commette un certo tipo di reato ma quelli con tanti soldi commetto altri tipi di reati ma ssmpre reati sono anzi a volte parlo del 60% dei casi i reati che commettono quelli come te sono assai piú gravi….piú soldi hai e piú ne vuoi altrimenti sai non puoi girare col ferrari poveerino…chi ha poco parlo del 80% dei casi si accontenta della panda ed é piú felice e sereno accontentandosi di ció che ha non pretendendo nulla di piú….

  12. Loco scrive:

    Buongiorno Matteo e grazie per aver scritto sul nostro blog.
    Partendo dal presupposto che questo non è un sito per terapia di gruppo, ma un semplice blog informatico, vorrei risponderti in questo modo: al mondo ognuno è grande abbastanza per fare quello che vuole sulla base delle proprie esperienze e possibilità. Non ho intenzione di dirvi cosa fare o meno nelle vostre vite, quello espresso è il mio pensiero e siete liberi di non essere daccordo considerando che siamo tutti diversi (deograzia!).
    Infine, se andare al cinema una volta al mese mi etichetta come “persona ricca”… allora sono una persona ricca e giro in ferrari.

  13. Lorenzo scrive:

    salve a tutti….
    per chiudere questi discorsi che trovo inutili e che non portano ad una soluzione…
    dietro a tutto è solo una questione di soldi…
    dare la caccia ad uno spacciatore di droga alle elementari perchè????? qualcuno ha qualche vantagio? no quindi non ci sarà mai nessun “politico” che fa pressione su un magistrato a tal riguardo….
    dare la caccia a chi mette a disposizione film (o altro) a chi non ha disponibilità economica per vedersi un film al cinema o acquistare una tv e pagare il canone….chi sarà quel politico o personaggio economicamente forte che presserà questo magistrato ad impiegare risorse sia economiche e non che potrebbero essere utilizzati in altro modo? esempio siete a conoscenza che la polizia non ha i soldi per acquistare la benzina???? o che molte caserme sono sotto numero perchè il personale è all’estero in missioni che non ci riguardano direttamente??? siete a conoscenza che se rientrassero tutti i militari all’estero, tutte le caserme italiane sarebberò strapiene con letti a castello a tre livelli……in compenso avremmo 1 carabbiniere e 3 militari per ogni quartiere (pensate che lo spacciatore si faccia vedere in questa situazione?)…..tutto gira intorno al ritorno economico e di privileggi!!!!

  14. Asmodeo scrive:

    Anche io concordo pienamente con quanto detto da argo, vorrei solo aggiungere che se si parla di morale o di etica ritengo che dovremmo sostenere la libertà almeno in rete visto che nella realtà ormai ne siamo privi e che la cultura dovrebbe essere alla portata di tutti, non solo di chi se la può permettere ! Che ci crediate o no anche i film sono cultura, come lo sono i libri di narrativa, tutto quello che puo portare idee lo considero cultura, se ci pensate bene quanti film di fantascienza hanno ispirato le persone, quanti film storici hanno suscitato interesse nella gente, se non esistessero queste opere saremmo tutti più poveri e ignoranti, detto questo vorrei farvi notare che la legge sul copyright un tempo permetteva la libera visione di TUTTO se non era fatta a scopo di lucro, poi per favorire le case produttrici è stata modificata fino ad arrivare a quella porcheria che abbiamo oggi, legge che tutela solo in minima parte l’artista ma che protegge e avvantaggia ai limiti dell’assurdo le grandi “major”. Purtroppo se non prendiamo provvedimenti perderemo anche qual briciolo di libera informazione che ci rimane, pensate che perfino i registi e gli addetti ai lavori si lamentano di questa vergognosa legge e considerando che siamo in Italia, l’unico paese al mondo costretto a subire il “digitale terrestre”, c’è veramente da preoccuparsi. Per concludere vorrei che almeno qui in rete gli utenti vedessero un pochino più lontato degli altri, ci hanno tolto la sovranità monetaria senza nemmeno far finta di chiederci il consenso, hanno trasformato la nazione più fiorente d’ Europa ( vi ricordate quando dicevano che l’america è qui ? ) in uno stato di schiavi che vivono di stenti, abbiamo un patrimonio storico/artistico superiore a tutti gli altri stati del mondo ed è quasi abbandonato o peggio profanato per negligenza … non facciamoci fregare anche quel poco che ci resta, almeno la rete manteniamola nostra !

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>