Studio Manuela Furigo
Sei in: VareseNews / Busto Arsizio / Ampliamento dell’obitorio, convenzione fra ospedale e sette comuni - 13/10/2005
 
Condividi su Facebook
Busto Arsizio

Ampliamento dell’obitorio, convenzione fra ospedale e sette comuni

Busto e sei città della Valle Olona contribuiranno al 50 per cento delle spese per i lavori di ristrutturazione
Ingrandisci testo Riduci testo  |   Versione stampabile Stampa  |   Invia articolo a un amico Invia   |   Scrivi alla redazione Scrivi
immagine di separazione

È stata firmata oggi giovedì 13 ottobre la convenzione fra l’Azienda Ospedaliera (Ospedale di Circolo di Busto Arsizio, Saronno e Tradate) e i Comuni di Busto Arsizio e della Valle Olona per l’ampliamento dell’obitorio dell’ospedale di Busto.


L’attuale sede di piazzale Solaro è una struttura a un solo piano di 220 metri quadrati con tre camere ardenti, un locale per la sosta e l’osservazione delle salme, una cappella, un locale per le celle frigorifere e una sala per le autopsie. Dopo la realizzazione del progetto, l’obitorio che manterrà la sua entrata in viale Stelvio, occuperà una superficie di 560 metri quadrati: l’attuale edificio verrà affiancato da una struttura su due piani più l’interrato. I lavori, che richiederanno in tutto una cifra complessiva pari a un milione 400 mila euro, consentiranno di adibire a obitorio la parte già esistente che verrà ristrutturata, il pianoterra e l’interrato della nuova palazzina. Nel progetto, oltre a un aumento dei locali, è prevista la costruzione di una cappella per i riti cattolici e di una sala per i riti non cattolici.

Nella sala riunioni della Direzione generale dell’Ospedale di Busto Arsizio erano quindi presenti il direttore dell’Azienda, il dottor Pietro Zoia e i sindaci di Busto Luigi Rosa, Fagnano Olona Santino Rossi, Gorla Minore Giuseppe Migliarino, Marnate Celestino Cerana, Olgiate Olona Giorgio Volpi, Solbiate Olona Giuseppe Bianchi e l’assessore ai Servizi Sociali di Gorla Maggiore Enrico Macchi. «Sono soddisfatto – ha esordito Zoia – per la sinergia che si è creata fra l’azienda e i Comuni. Ancora una volta siamo qui per dare un esempio della rapporto che lega l’ospedale di Busto e il territorio. Questa spero possa essere la premessa per una proficua collaborazione con queste e altre città della zona».

Concordi i commenti dei rappresentanti delle sette città, che contribuiranno complessivamente al 50 per cento dell’intervento con 700 mila euro ( Busto parteciperà con 600 mila euro e gli altri 100 mila euro saranno ripartiti fra gli altri comuni. Castellanza ha aderito l’accordo, ma quantificherà la partecipazione economica in un secondo momento). «L’esigenza di questo ampliamento – hanno commentato – era sentita da tempo. La firma di questa convenzione dimostra che di fronte a certe esigenze, l’unione e il contributo di ciascun attore coinvolto ci consentono di raggiungere obiettivi di alto rilievo».

Oltre ai lavori per l’ampliamento, l’Azienda provvederà a trasferire al primo piano della nuova struttura il Servizio di Medicina Legale, per la spesa totale di 350 mila euro.

A partire quindi da oggi, si dovrebbe arrivare a trasformare l’attuale progetto preliminare in esecutivo entro un periodo di circa tre o sei mesi per poi partire con le gare d’appalto e i lavori.

13/10/2005
Tag Articolo
Multimedia
VareseNews TV Gallerie fotografica VareseNews Radio VareseNews Podcast
Dalla Home
"Penne spia per difendere
i poliziotti accusati di pestaggi" "Penne spia per difendere i poliziotti accusati di pestaggi"
L'iniziativa è del sindacato Sap. Il segretario nazionale Tonelli annuncia. "Sul ...
Scarica di sassi travolge
e uccide scalatore di Brebbia Scarica di sassi travolge e uccide scalatore di Brebbia
L'incidente ieri mattina sulla Cresta del Soldato, a 3600 metri di altezza. Il g ...
"Varese ha bruciato le tappe,
ora è ottima per questi eventi" "Varese ha bruciato le tappe, ora è ottima per questi eventi"
Marco Callai, speaker alla Schiranna ed ex capo ufficio stampa federale, traccia ...