Tradate VaresNews Home Page

Sei in: VareseNews / Comuni / Tradate / Bonus bebè, l'ordinanza del Comune è discriminatoria - 26/07/2010
 
Condividi su Facebook
Condividi:
Tradate

Bonus bebè, l'ordinanza del Comune è discriminatoria

Il giudice civile della sezione Lavoro, previdenza e assistenza Sara Chiarina ha dato ragione alle associazioni che hanno fatto ricorso contro l'atto amministrativo del 2007: i residenti, italiani o stranieri che siano, hanno gli stessi diritti
Commenti dei lettori    Scrivi il tuo commento Scrivi il tuo commento
PAGINA 1 2 3

19.    Scritto da: candiani presidente del consiglio 27/07/2010
ormai noi residenti passiamo in secondo piano, prima vengono loro,
se guardate chi va a chiedere i soldi in comune sono sempre loro, adesso vogliono i soldi del bonus, gente mantenuta da comune perche' la moglie non deve andare a lavorare..... ma ci svegliamo o no? stessa cosa e' accaduta a Morazzone dove la nostra giunta aveva fatto la stessa cosa.... i nostri avi si rivoltano nella tomba.
a mio parere il bonus di tradate e' anche fin troppo di vedute larghe.
bravo candiani
18.    Scritto da: enrico 27/07/2010
Non conosco nello specifico l'argomento, trovo una buona soluzione quella dei 5 anni di residenza se vale in ugual modo per stranieri ed italiani visto che se si pagano le tasse la differenze non deve sussistere!E' ridicolo sentire gente stupida che dichiara che sono i soliti giudici di sinistra!primo se fosse così allora vuol dire che chi è di sinistra è più intelligente per vincere il concorso di magistrato (strano), secondo non si può sempre ritenere di aver ragione anche davanti ai giudici!!
17.    Scritto da: Von 27/07/2010
In Italia è meglio essere extracomunitario e nullatenenti per stare bene.
Chi paga le tasse, si comporta in maniera onesta non è per nulla tutelato.
In tutti i paesi di solito l´onestà paga sempre... in Italia se sei onesto PAGHI E BASTA...
16.    Scritto da: Felice Griffi 27/07/2010
Personalmente ABOLIREI questi contentini del bonus BEBE' (terribile conazione linguistica) per introdurre a TUTTI un VERO Federalismo Fiscale. Non vedo perchè solo alcuni debbano avere delle agevolazioni e non le possano usufruire TUTTI in base al loro REDDITO. Non è più DEMOCRATICO questo utilizzo dei soldi pubblici?
15.    Scritto da: Andrea DS 27/07/2010
x Albonio:
il buon padre di famiglia, insegna ai figli a pensare anche al prossimo.
il problema è che siamo un paese arretrato culturalmente.
14.    Scritto da: albertone 27/07/2010
Secondo il mio modesto parere, adesso leveranno il bonus bebè per tutti. Prendendo come scusa l'ordinanza del giudice civile e si darà il via alla guerra dei poveri. E' veramente triste vedere difensori di diritti altrui calpestare l'ottenuto da altri. Le agevolazioni che questa gente ha non le vediamo? Certo che non le vede chi vive in salotto ... non se ne accorge. Iniziamo a venir giù dalla brocca e combattere questo razzismo all'incontrario deleterio anche per gli immigrati.
13.    Scritto da: Area Destra Circolo Paolo Cossu 26/07/2010
Spesso siamo in contrasto con la Lega, ma qui Candiani ha fatto bene e ha PIENAMENTE RAGIONE. Non c'è nulla da dire se non che in questi casi la precedenza va data agli italiani. DOVREBBE ESSERE SEMPRE COSI' per ogni agevolazione. L'Italia è il paese degli italiani prima di tutto. E' grazie a questo buonismo bigotto se siamo ridotti così. Avanti, avanti che c'è posto per tutti!
12.    Scritto da: Alfio 26/07/2010
1) adesso la Lega togliera' il bonus a tutti dando la cola agli immigrati, scommettete?
2) Candiani dice il falso quando afferma che voleva "privilegiare chi è residente da almeno 5 anni": con la sua delibera, se una coppia era residente da 5 anni (immigrati regolari), ma non cittadino italiano, non poteva ricevere il bonus nonostante pagasse le tasse, quindi...
3) giustizia e' fatta

PS: Candiani non e' avvocato
11.    Scritto da: Claudio 26/07/2010
Mi sembra più che sensato che a godere di questi bonus bebè elargiti dal comune di Tradate sia innanzitutto chi è residente (e paga le tasse) in questa città da almeno 5 anni, ma si sa quanto la legge a volte possa essere ottusa...
10.    Scritto da: puntini sulle i 26/07/2010
Certi diritti sono di tutti. Non si vuole dare il bonus Bebe', come tante altre prestazioni socili agli immigrati? OK, allora gli stranieri che vivono e lavorano in Italia non debbono neanche pagare tasse e contributi. Attenzione pero', dalle statistiche si evince che c.a. il 6-7% di immigrati produce piu' del 10% del PIL Italiano (e quindi pagano anche piu' tasse degli Italiani in media) .... Il dato e' ovvio, visto che praticamente tutti gli immigrati lavorano, al contrario degli Italiani!

PAGINA 1 2 3

Dalla Home
È online il nuovo Varesenews È online il nuovo Varesenews
Da lunedì sera alle 20.30 è attivo il nuovo sito. Seguite alcune indicazioni ope ...
Il Varese dura un tempo
poi si spegne anche a Perugia Il Varese dura un tempo poi si spegne anche a Perugia
Biancorossi atterrati dalle reti di Goldaniga al 45' e Verre al 73'. Dopo una pr ...
Regione: “Trovato accordo
con le province lombarde” Regione: “Trovato accordo con le province lombarde”
Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenend ...