Sei in: VareseNews / Gallarate/Malpensa / In treno da Malpensa si va solo a Milano - 19/01/2010
 
Condividi su Facebook
Malpensa

In treno da Malpensa si va solo a Milano

Dagli scali di Parigi e di Francoforte partono convogli per decine di destinazioni, dall'aeroporto della brughiera i treni vanno solo nella metropoli.
Ingrandisci testo Riduci testo  |   Versione stampabile Stampa  |   Invia articolo a un amico Invia   |   Scrivi alla redazione Scrivi
immagine di separazione

"Parte dal primo binario il Malpensa Express". Fino a pochi mesi fa non ci si poteva sbagliare: quattro binari sotterranei al Terminal 1, ma se ne usava uno solo: ogni mezzora partiva un treno, destinazione la Da Malpensa in treno si va solo a Milanoseconda (o terza?) stazione di Milano, quella di piazza Cadorna. Sola prima classe, percorrenza quaranta minuti, in molti casi fermata in una città di provincia di nome Busto Arsizio. Difficile spiegare ad un viaggiatore straniero che tipo di servizio sia, un po' navetta no-stop, un po' treno regionale. Da ottobre si è aggiunto il nuovo treno locale, che termina la corsa addirittura nella vicina Busto Arsizio.
Insomma: a distanza di undici anni dall'apertura del nuovo scalo aeroportuale i servizi ferroviari restano al palo, mentre crescono le infrastrutture stradali nel territorio. Il Malpensa Express, il collegamento navetta con Milano Cadorna è salito a due corse l'ora: ogni aumento della frequenza dei collegamenti (ma i treni viaggiano spesso semivuoti) è subordinato all'apertura, ormai imminente, del tunnel di Castellanza e al raddoppio completo della linea Busto Arsizio-Saronno. Niente a che vedere  con l'Heathrow Express, una corsa ogni quarto d'ora, quindici minuti per andare dalla City al principale aeroporto londinese. 

A rimanere al palo, però, sono soprattutto i treni a media e lunga percorrenza: da Malpensa si va solo a Milano. Nessun collegamento per Torino, niente per Venezia o Bologna o Firenze. Non male per l'aeroporto che serve una delle aree più densamente popolate d'Europa. Anche qui il confronto con l'Europa è disarmante. Dal Charles de Gaulle di Parigi i TGV partono più volte al giorno verso tutte le principali città francesi: 6 volte al giorno per Marsiglia, 5 per Bordeaux e Bruxelles, 2 per Nizza. Anche in Germania doverse stazioni aeroportuali (Dusseldorf, Lipsia e Colonia) vedono la partenza, più volte al giorno, di treni a lunga percorrenza. Lo scalo aeroportuale di Francoforte, il più importante del Paese, è raggiunto direttamente da treni provenienti dalle principali città della Germania, da Berlino a Monaco, da Colonia ad Amburgo, a Dortmund.

Eppure anche la stazione sotterranea di Malpensa ha visto dei treni ad alta velocità: nel 2006, durante le Olimpiadi Invernali di Torino, Trenitalia istituì un collegamento direto non stop tra la città della mole e l'aeroporto internazionale. Il treno - quattro volte al giorno - percorreva la linea ad Alta Velocità da Torino a Novara, per poi proseguire sulla linea FNM fino a Malpensa. Pur passando a velocità ridottisima sul ponte sul Ticino a Turbigo, riusciva a collegare i due capolinea in poco più di un'ora. Naturalmente, appena terminata la manifestazione sportiva, il servizio fu soppresso. In attesa dell'arrivo, un giorno, forse, dei Frecciarossa.
19/01/2010
Tag Articolo
Multimedia
VareseNews TV Gallerie fotografica VareseNews Radio VareseNews Podcast
Tag della settimana
Dalla Home
Astuti: "Di nostalgia 
non si vive. Si muore” Astuti: "Di nostalgia non si vive. Si muore”
Il segretario provinciale del Pd parla delle divergenze all'interno del centro s ...
Il Telos occupa ancora
l'edificio di via Milano Il Telos occupa ancora l'edificio di via Milano
Una quarantina i ragazzi che hanno effettuato l'operazione. Lo stabile era stato ...
La "bella vita" dei cani sciolti: 
locali, droga e sesso a pagamento La "bella vita" dei cani sciolti: locali, droga e sesso a pagamento
L'ultima operazione dei carabinieri ha messo in luce una figura particolare: non ...