pubblicità
Sei in: VareseNews / Gallarate/Malpensa / Lavoratori Sea in corteo: "Pisapia lascia gli aeroporti in mano ai privati" - 27/03/2012
 
Condividi su Facebook
Malpensa

Lavoratori Sea in corteo: "Pisapia lascia gli aeroporti in mano ai privati"

Sindacati confederali, e parte degli autonomi, uniti in un corteo attorno all'aeroporto per dire "no" alla vendita delle quote del Comune di Milano ai privati: "Questa svendita ai privati porterà precarizzazione"
Ingrandisci testo Riduci testo  |   Versione stampabile Stampa  |   Invia articolo a un amico Invia   |   Scrivi alla redazione Scrivi
immagine di separazione
Tutti in marcia sull'anello stradale dell'aeroporto di Malpensa per manifestare contro la scelta, gudicata scellerata, da parte del comune di Milano di vendere le quote possedute in Sea, la società aeroportuale che gestisce gli aeroporti Malpensa e di Linate. I sindacati confederali (Cgil, Cisl, Uil e Ugl) insieme alla Flai e Usb si sono uniti in una marcia coloratissima di bandiere lungo la strada che collega l'aeroporto con la 336 urlando slogan contro Pisapia e contro la scelta della sua amministrazione.

Monica Vanzi, rsu di Sea, descrive la decisione come «una scelta incomprensibile, basata sui conti in rosso del Comune e che vanifica l'accordo fatto l'anno scorso con Sea stessa nel quale si parlava di un mantenimento della governance da parte del comune di Milano - spiega - siamo comunque un aeroporto che gestisce servizi pubblici e quindi non riusciamo a capire quali siano le strategie per Malpensa. Temiamo che il sistema aeroportuale italiano stia finendo tutto in mano privata in una sorta di monopolio da parte di F2i».

La Vanzi fa l'esempio negativo della privatizzazione della società che gestisce gli aeroporti di Roma «dove la privatizzazione ha portato all'esternalizzazione dell'handling e dei servizi di sicurezza con il conseguente fallimento di società e la precarizzazione dei posti di lavoro». La situazione - conclude la sindacalista - non è affatto serena in quanto è ancora in vigore un piano che prevede il taglio di 450 posti di lavoro in Sea mentre la cassa integrazione continua ormai dal 2008.

Sono diversi i voli annullati a Linate e Malpensa a causa dello sciopero di quattro ore, dalle 11 alle 15, indetto dai sindacati. A Linate, dove i lavoratori hanno manifestato come a Malpensa, per circa mezz'ora è stato bloccato l'accesso all'aeroporto da viale Forlanini in entrambe le direzioni, poi i circa 500 lavoratori che hanno protestato si sono spostati alle partenze. Anche a Malpensa è stato bloccato l'accesso al Terminal 1 e si segnala qualche cancellazione.


27/03/2012
Multimedia
VareseNews TV Gallerie fotografica VareseNews Radio VareseNews Podcast
Dalla Home
Tre fermi per la rapina 
alla gioielleria Zaro Tre fermi per la rapina alla gioielleria Zaro
Le immagini delle videosorveglianza comunali hanno permesso di risalire al veico ...
Colpito dal treno, grave un giocatore delle giovanili del Varese Colpito dal treno, grave un giocatore delle giovanili del Varese
Il 15enne ghanese lotta tra la vita e la morte dopo l'incidente ferroviario di d ...
Calciomercato: la diretta
della giornata decisiva Calciomercato: la diretta della giornata decisiva
Trattative permesse fino alle 23 di lunedì 1 settembre: il Varese cerca un centr ...