Sei in: VareseNews / Scienza e tecnologia / Mollo tutto e scappo, in un sito i consigli per emigrare - 8/01/2010
 
Condividi su Facebook
Internet

Mollo tutto e scappo, in un sito i consigli per emigrare

Studiare in Inghilterra, lavorare in Canada, diventare imprenditori in Argentina. Italiansinfuga pubblica esperienze, contatti e riferimenti per chi vuole vivere lontano dall'Italia, anche se solo per un po'
Ingrandisci testo Riduci testo  |   Versione stampabile Stampa  |   Invia articolo a un amico Invia   |   Scrivi alla redazione Scrivi
immagine di separazione
fuga cervelli, studiare all'estero, lavorare all'esteroUna base web per i cervelli in fuga all’estero, per quelli in prestito e per quelli che ancora non sono scappati ma vorrebbero farlo. Un sito dove è possibile trovare consigli, offerte di lavoro, contatti e riferimenti utili per chi vuole fare un’esperienza di studio oppure professionale oltre confine. Si chiama Italiansinfuga ed è la piattaforma on line fondata da Aldo Mencaraglia un laureato della provincia di Cuneo che dal 2002 vive a Melbourne in Australia e che ha trascorso parte della sua vita anche in Inghilterra, Cina e Taiwan. È lui il primo a raccontare agli altri la sua scelta di vita: «Con questo blog - spiega presentandosi ai lettori - voglio condividere la mia esperienza e aiutare chi vuole imparare l’inglese, studiare, lavorare e magari emigrare all’estero».

Il sito è un grande raccoglitore di notizie, postate giorno per giorno: ci sono le risposte ai "che fare?" dei giovani studenti e le dritte per chi spera di cambiare vita e vuole farlo lontano dall’Italia. Ci sono poi le interviste a chi è emigrato, dove si raccontano esperienze sia positive che negative, le news divise per argomento e paese, le difficoltà incontrate e i costi da mettere in conto. Il portale raccoglie infine una serie di link a siti e blog di italiani residenti all'estero.

Cervelli fuggiti? Forse, ma non solo. Nelle pagine degli Italians in fuga di questo se ne parla in diverse occasioni: dando spazio ad esempio a chi di recente ha alimentato il dibattito sui giovani che lasciano il nostro paese, come il direttore generale della Luiss Pier Luigi Celli che compare in una intervista video. Ma non è questo lo scopo del sito: le notizie che si leggono assomigliano di più a desideri, che per qualcuno sono ancora ai blocchi di partenza, per qualcun altro si sono infranti e che per altri ancora si sono esauditi diventando storie vere, tanto belle da essere condivise. 
8/01/2010
Multimedia
VareseNews TV Gallerie fotografica VareseNews Radio VareseNews Podcast
Dalla Home
L'amico abusava delle figlie,
condannata la madre L'amico abusava delle figlie, condannata la madre
Il complice la pagava, e lei non ha mai fatto nulla per difenderle. La donna è s ...
Il sindaco vietò l'apertura
del sexy shop. Il comune
paga i danni ai commercianti Il sindaco vietò l'apertura del sexy shop. Il comune paga i danni ai commercianti
Sentenza del Tar che accoglie in parte il ricorso presentato dai titolari del ne ...
Sì al referendum per limitare
le aperture domenicali dei negozi Sì al referendum per limitare le aperture domenicali dei negozi
Il Consiglio approva la consultazione referendaria che, con l'adesione di cinque ...