Scienza e tecnologia | VaresNews Home Page

immagine di separazione
immagine di separazione

Como

Terremoto, "in Lombardia è a rischio la fascia Prealpina"

Alessandro Michetti, professore al Dipartimento di Scienze Chimiche ed Ambientali dell'Università dell'Insubria, appena tornato dall'Aquila parla dei rischi per casa nostra. "L'ultimo sisma forte come quello d'Abruzzo distrusse Brescia nel 1222"

Commenti dei lettori: Commenti 15 Commenti | Scrivi il tuo commento Scrivi il tuo commento
immagine di separazione
immagine di separazione
PAGINA 1 2

15.    Scritto da: Carlo Cattorini 22/04/2009
Anche a Gallarate e a Tradate e in mille altri posti c'è una politica che incentiva la cementificazione, probabilmente finalizzata ad aumentare la popolazione residente (forse per aumentare gli stipendi dei consiglieri comunali)
http://www3.varesenews.it/saronno_tradate/articolo.php?id=138907
(nell'interesse della sicurezza economica di qualcuno)
14.    Scritto da: Carlo Cattorini 22/04/2009
Da più di due settimane fa il terremoto lascia scosse quotidiane, come fanno a promettere di ricostruire negli stessi posti?
Da novantaquattro anni fa la situazione è affrontata in modo precario
http://www.corriere.it/cronache/09_aprile_19/salvia_abruzzo_terremoto_secolo_scorso_71bf1da6-2cc7-11de-bc78-00144f02aabc.shtml
...eppure il territorio è stato saturato lo stesso, allo scopo di saturare il mercato.
13.    Scritto da: Geronimo 22/04/2009
Con tutto il rispetto possibile, e parlando da profano: Qui c'è qualche cosa che non va! Quello che dice il professore contrasta in maniera assoluta con la mappa del rischio sismico della più alta istituzione italiana che è l'istituto di vulcanologia (pubblicata anche dal sito del centro geofisico del campo dei fiori!)
Chi ha ragione? Di chi fidarsi maggiormente?
Saluti!
12.    Scritto da: marcopolo 21/04/2009
Dunque la prossima (forse) PEDEMONTANA sarà costruita con i criteri antisismici necessari?
11.    Scritto da: Anna 21/04/2009
Vorrei dire a Roberto C. che i crolli nella chiesa di S.Francesco di Assisi si verificarono proprio in seguito all'impiego di sostegni in cemento armato, che la privarono dell'elasticità necessaria per resistere ai terremoti. Altrimenti, come si spiegherebbe che una cattedrale così antica, rimasta in piedi per secoli, abbia subito danni alla fine del ventesimo?
10.    Scritto da: mauro sabbadini 21/04/2009
Ma quale allarmismo? adesso ci sono anche lettori che vogliono insegnare la sismologia ai sismologi?
prima o poi un terremoto ci può essere in tutte le zone anche a basso rischio sismico, poi va ricordato che nessuno muore per i terremoti...
si muore perchè le case o i mobili cadono, quindi basta prendere precauzioni, studi come quelli di Michetti possono salvare la vita a un sacco di gente ed è giusto che se ne parli
9.    Scritto da: nino 21/04/2009
Consiglio a tutti una visita al sito :
http://storing.ingv.it/cfti4med/#
troverete l'elenco storico di tutti i terremoti nel bacino del mediterraneo
8.    Scritto da: *Anna* 21/04/2009
Non è questione di lamentele, è questione che non si può parlare della fascia Prealpina come se fosse tutta uguale.
Da qui http://zonesismiche.mi.ingv.it/mappa_ps_apr04/italia.html si vede come Varese e Como siano a bassissimo rischio, mentre Brescia a grandi linee ricade in un'area con rischio notevolmente superiore. Non è che il professore ha dato così ampio risalto alla scoperta solo perché ha bisogno di altri finanziamenti, cavalcando l'onda dell'emozione collettiva?
7.    Scritto da: Davide 21/04/2009
Ecco altri catastrofisti in cerca di finanziamenti.
La zona indicata, e specialmente quella varesina, ha un rischio sismico tra i più bassi del paese.
6.    Scritto da: Andrea 21/04/2009
Il professore ha pienamente ragione! E vorrei sottolineare che questo non è allarmismo, ma semplicemente prevenzione! Ed è giusto che ognuno si assuma le proprie responsabilità in materia, e soprattutto che ognuno venga informato dei rischi e delle probabili eventualità a cui ogni giorno andiamo potenzialmente incontro, affinchè ciascuno sia più consapevole di un problema che riguarda tutti noi,non solo gli altri...perchè non farlo equivarrebbe ad una grande prova di immaturità collettiva!

PAGINA 1 2

immagine di separazione
VareseNews TV Gallerie fotografica VareseNews Radio VareseNews Podcast
immagine di separazione
immagine di separazione
immagine di separazione
immagine di separazione