Scuola | VaresNews Home Page
Sei in: VareseNews / Scuola / Quando internet trasforma le idee in realtà - 27/05/2008
 
Condividi su Facebook
Università

Quando internet trasforma le idee in realtà

Sameer Verma, professore della San Francisco State University, è stato ospite al Cresit per una lezione dedicata all'innovazione e alle tecnologie open source
Ingrandisci testo Riduci testo  |   Versione stampabile Stampa  |   Invia articolo a un amico Invia   |   Scrivi alla redazione Scrivi
immagine di separazione

Le grandi idee sono ovunque, nascono nelle situazioni più insolite, dalle persone più insolite. Ma è solo quando incontrano chi può farle diventare realtà diventano valore. «Servono le competenze ma se non si hanno c'è il modo di esternalizzare anche questo. Come? Con i Foss acronimo di free and open source software. In altre parole coinvolgendo chi può aiutarci a rendere concreta la nostra intuizione». Sameer Verma è uno dei massimi esperti sui temi dell'Open Source e delle Sustainable Technologies. Dalla San Francisco State University è arrivato a Varese, ospite per alcuni giorni del professor Alberto Onetti, direttore del Cresit dell'Università  dell'Insubria. Questo pomeriggio, agli studenti della facoltà di economia, ha parlato di fenomeni della rete come Firefox, Google, Wikipedia e Linux e del mondo intrigante dei programmi liberi e open source.

«I Foss - ha spiegato - hanno delle grandi potenzialità. Non solo permettono di essere adattati alle proprie esigenze e migliorati di continuo ma offrono uno stimolo unico alla ricerca e allo sviluppo. Sono un canale importante per la diffusione delle innovazioni». Alla base di tutto c'è internet ma anche le comunità che la rete permette di creare. La collaborazione tra i diversi utenti - la diretta e virtuosa conseguenza dei Foss - permette infatti di ottenere dei grandi risultati dal punto di vista tecnologico. Eppure la diffusione di questi sistemi è ancora limitata: «la percezione è che siano difficili da usare e non sempre gli utenti riescono a comprendere i vantaggi che questi programmi possono restituire: la collaborazione, il miglioramento continuo, la creazione di reti, l'internazionalizzazione sono solo alcuni di essi».
La collaborazione tra Sameer Verma e Alberto Onetti permetterà di arricchire i progetti di ricerca che il Centro di ricerca dell'Insubria sta portando avanti da tempo. In particolare saranno approfonditi i temi legati alle licensing policy e la loro influenza nella definizione della strategia di impresa.

27/05/2008
Maria Carla Cebrellimariacarla@varesenews.it
Tag Articolo
Multimedia
VareseNews TV Gallerie fotografica VareseNews Radio VareseNews Podcast
Dalla Home
L'Asl interviene:
"Sopprimere i cani
che disturbano? Non si può" L'Asl interviene: "Sopprimere i cani che disturbano? Non si può"
L'Asl di Varese ha inviato una lettera al sindaco di Lozza chiedendo di ritirare ...
Settantenne investito
ricoverato in ospedale
con una gamba rotta Settantenne investito ricoverato in ospedale con una gamba rotta
Sul posto sono accorse l’ambulanza e l’automedica del 118 e sono stati coinvolti ...
Rubano dai bancomat
di New York, ma i soldi
tornano in Italia Rubano dai bancomat di New York, ma i soldi tornano in Italia
La Guardia di Finanza ha scoperto spedizioni non autorizzate di dollari. Le inda ...