Sei in: VareseNews / Varese Laghi / Gli indipendentisti di Max Ferrari: "Varese provincia a statuto speciale" - 1/02/2007
 
Condividi su Facebook
Varese

Gli indipendentisti di Max Ferrari: "Varese provincia a statuto speciale"

Torna l'ex direttore di Telepadania: si presenta alle elezioni provinciali e punta a sottrarre voti alla Lega
Ingrandisci testo Riduci testo  |   Versione stampabile Stampa  |   Invia articolo a un amico Invia   |   Scrivi alla redazione Scrivi
immagine di separazione
La provincia di Varese diventerà a statuto speciale solo se alle prossime lezioni provinciali di primavera verrà eletto un consigliere del "Fronte indipendentista Lombardia". Ne sono convinti i leghisti 'ribelli' che hanno annunciato una lista per la prossima tornata elettorale, capitana da Max Ferrari, giornalista varesino di 35 anni, ex direttore di Telepadania, espulso dal carroccio nel 2006. Per raggiungere l'obiettivo, che il movimento mette al numero uno della sua agenda politica, bisognerà proporre il cambiamento dello statuto della Provincia, che oggi non prevede referendum su temi politici. Una volta presentata la mozione in consiglio per rendere Varese come Trento e Bolzano - pensano gli irredentisti lombardi - difficilmente Lega e Forza Italia potranno evitare di dare corso una proposta che il carroccio, dicono, non ha mai formalmente presentato.
La strategia che gli indipendentisti seguiranno, è ispirata alle mosse di Giorgio Panto in Veneto. L'imprenditore del movimento Nord Est presentò in ottobre una mozione per lo statuto speciale in Veneto: Lega e Forza Italia uscirono dall'aula, ma dopo una vibrante campagna di stampa, la proposta venne alla fine accettata dalla maggioranza. Ferrari delinea dunque tutti gli obiettivi del suo gruppo: autonomia subito, sia per le province di Varese che per quella di Como, e trattenuta in loco dell'80% delle tasse versate, per gestire in proprio tutti i servizi pubblici.
Il fronte vuole lo statuto speciale per la Lombardia e anche la creazione di uno stato indipendente lombardo, giustificato dalla forza economica della regione dal suo peso demografico. La lista è in formazione da otto mesi, ma non è ancora concluso il reclutamento. Ferrari non fa mistero di essere alla ricerca di indipendentisti motivati: "Cerchiamo persone che si vogliano candidare con noi" dice, e sottolinea che il movimento oggi è più radicato a Varese e nella pianura, molto meno nelle valli. In tutto, gli indipendentisti di Ferrari possono contare su 500 iscritti militanti, al 90% provenienti dalla Lega Nord. Sono diffusi nelle province di Varese, Como, Milano, Monza, Lecco, Brescia e Bergamo.
Sarà una spina nel fianco del carroccio?: "Le Lega fa gli interessi di Berlusconi e dei suoi parlamentari, non dei lombardi" è il giudizio di Ferrari. Non andrà mai alle elezioni da sola, e "Bossi non rappresenta più nulla". Nel programma: basta tasse a Roma, sostegno a impresa e lavoro, strade e ferrovie, sanità, no alla privatizzazione dei servizi, e , ovviamente, basta immigrati, che costano e diventano disadattati. Hanno trovato alleati? "Siamo in contatto con Pagliarini" dice Ferrari riferendosi all'ex ministro che ha restituito la tessera a Bossi, "ma non abbiamo un'alleanza; abbiamo rapporti con tanti ex leghisti, ma soprattutto abbiamo un solido rapporto con il movimento di Giorgio Panto, che, l'ho detto in altre occasioni, è scomparso in un incidente in elicottero molto sospetto...anzi, diciamolo, secondo me l'hanno buttato giù. Certo, ci avrebbe aiutato molto – sottolinea l’ex direttore della tv padana - , anche con i soldi, perché la nostra campagna sarà molto povera, abbiamo 60 euro in cassa, faremo solo dei volantini, manifesti, e poi dei gazebo". 
1/02/2007
Tag Articolo
» Varese
Multimedia
VareseNews TV Gallerie fotografica VareseNews Radio VareseNews Podcast
Tag della settimana
Dalla Home
Sea Handling,
la Commissione deferisce
l'Italia alla Corte Europea Sea Handling, la Commissione deferisce l'Italia alla Corte Europea
Bruxelles si muove per rendere operativo l'obbligo di recuperare risorse pubblic ...
Mondiali Under 23:
baci e pianti alla Schiranna Mondiali Under 23: baci e pianti alla Schiranna
Tra le tribune e il parco dove i giovani atleti si allenano, l'aria che si respi ...
Accordo (a metà) sul livello
di Lago Maggiore e Ticino Accordo (a metà) sul livello di Lago Maggiore e Ticino
L’accordo siglato in Regione porterà fino ad 1,25 metri sullo zero idrometrico i ...